Il Sindacato

50 Anni al Tuo Servizio

L’ASSOCIATO AL PRIMO POSTO

UNAI inizia la sua storia nel lontano 19 febbraio del 1968.

Fin da subito si qualificò come una realtà anomala, difficilmente inquadrabile.

Intanto nasce come sindacato, per di più per farne parte si doveva già essere inscritti in un albo professionale (poco importa che fosse quello di avvocato o geometra, ragioniere o commercialista, purché un albo e quindi con un codice deontologico da rispettare); inoltre, da subito, fu messo al centro dell’attività professionale:

a) la centralità dell’iscritto e dei suoi bisogni culturali e professionali;

b) una formazione specialistica;

c) la tutela sindacale degli interessi della categoria.

In questi quarantacinque anni, UNAI ha combattuto innumerevoli battaglie, vincendole tutte, ma soprattutto onorando questo basilare principio: l’associato al primo posto, con i suoi bisogni culturali, professionali e i suoi diritti di operatore specialistico.

L’Unione Nazionale Amministratori d’Immobili, identificata dal marchio UNAI, depositato e registrato, si è costituita in Roma il 19 febbraio 1968 con il marchio URAI (Unione Romana Amministratori Immobiliari) ed ha adottato il marchio UNAI con atto notarile del 23 dicembre 1993, a seguito di evoluzione a livello nazionale. L’UNAI è una associazione professionale di categoria con connotazione sindacale, che si prefigge di tutelare gli interessi professionali e di categoria degli amministratori di beni stabili in condominio e di beni immobili in mono e multiproprietà, con i seguenti fini:

  • tutelare gli interessi della categoria degli amministratori immobiliari nei confronti delle controparti sociali private (proprietari immobiliari e conduttori di appartamenti) e istituzionali (Stato, Pubblica Amministrazione, Fisco);
  • promuovere e coordinare iniziative in campo culturale, assistenziale e previdenziale nell’interesse della categoria;
  • adoperarsi per la risoluzione di eventuali vertenze sorte fra singoli professionisti del settore o fra questi e la proprietà immobiliare, svolgendo opera di conciliazione e promuovendo, se richiesto, arbitrati fra le parti;
  • verificare il possesso, e il mantenimento nel tempo, dei requisiti minimi per l’accesso alla professione, certificandolo, e vigilare sul rispetto delle norme deontologiche e di etica professionale da parte degli iscritti;
  • Selezionare ed aggregare il meglio dei professionisti che la categoria sappia esprimere e plasmarli ed assisterli con un Piano di Formazione triennale e moduli triennali di aggiornamento e formazione in itinere.

L’UNAI è associazione sindacale di categoria accreditata presso il Ministero del Lavoro e annotata presso il Ministero della Giustizia, quale associazione rappresentativa a livello nazionale, in applicazione dell’art. 26 del DLgs 206/07.

Nel 1995 fu ammessa al CNEL, (Consiglio Nazionale per l’Economia e il Lavoro, organo costituzionale dello Stato Italiano), quale membro della Consulta delle Associazioni delle Professioni non Regolamentate di cui, nel febbraio 1998, il suo Presidente fu chiamato a far parte del Comitato di Presidenza.

Il 19 aprile 2001, dopo oltre un anno di trattative serrate, cui l’UNAI era stata invitata dai Sindacati, stante la sua condizione di unico sindacato accreditato in rappresentanza della categoria, presente l’ANACI, ha sottoscritto il CCNL per i dipendenti da Amministratori di Condominio che contiene significative e vantaggiosissime modifiche al contratto firmato dall’ANACI nel 1997, penalizzante, mai decollato.

Il CCNL sottoscritto congiuntamente è stato, invece, rinnovato in data 12 maggio 2011, dalla sola UNAI (a seguito dell’uscita dal contratto di ANACI) unitamente alle rappresentanze di GGIL, CISL e UIL, stante la sua efficacia e validità.

Il 23 gennaio 2002 l’UNAI sottoscriveva, con USPI, l’Accordo Quadro per la regolamentazione dei rapporti di Collaborazione Coordinata e Continuativa, con o senza partita Iva, ed ogni altra forma di lavoro non riconducibile al lavoro dipendente, nell’ambito della gestione di immobili, della Consulta stessa.

Tale accordo veniva poi integrato, con le previsioni della c.d. Legge Biagi, in data 19 febbraio 2004.

Al rinnovo dell’accordo, in data 21 gennaio 2009, partecipavano, come parte datoriale, oltre alla originaria USPI, che nel frattempo aveva modificato la sua denominazione in UNPI (Unione Nazionale Proprietari d’Immobili) anche nuove organizzazioni sindacali: CONFIMEA (Confederazione Italiana della Media Impresa) e UNIMPRESA  (Unione Nazionale di Imprese) in rappresentanza dei costruttori edili.

L’accordo ha validità dal 01/02/2009 al 31/01/2013 e si applica SOLO agli iscritti UNAI, non essendo (volutamente!) un CCNL.

Entra nella più antica Associazione di Amministratori d'Immobili d'Italia

Scarica la scheda di iscrizione e contatta la segreteria per perfezionare il tuo accesso a tutti i Servizi UNAI

Buongiorno,
Volevo ringraziarvi per avermi dato la possibilità di seguire il corso on line , è stato molto interessante e il Dott. Calabrese molto chiaro nelle esplicazioni

Daniela Basso
Associata UNAI, Jesolo (VE)